1. Masterizzare il NAS4Free ISO su un CD o DVD.

2. Collegare una tastiera e un monitor al computer NAS. Un mouse non è necessario in quanto non vi è alcuna interfaccia grafica durante l’installazione NAS4Free inizialmente sulla casella NAS stesso.

3. Inserire il CD NAS4Free nel computer Box e accendetelo e fatelo partire con il Boot dal lettore CD operazione fattibile dal Bios del PC.
La cosa che stupisce e si fa apprezzare veramente tanto è che NAS4Free è molto leggero, si avvia e si carica molto velocemente.
Ok ora che il pc a reboottato con avvio da CD/DVD NAS4Free parte una schermata di Boot lasciate passare i secondi oppure premete il tasto 1 e invio
in questo momento dobbiamo solo aspettare che concluda il controllo del Hardware è in questo momento che sapremo se il nostro ferro è supportato da NAS4Free oppure no.

Al termine ci sono due sole possibilità :
–- Hardware non è supportato all’ora dal link dato prima verifichiamolo,
–- Oppure è andato tutto bene NAS4Free avrà caricato un driver temporaneo idoneo per il vostro PC e vi troverete una schermata con un menu che vi indica l’indirizzo IP. Congratulazioni potete creare il vostro NAS

Ok dal menu dell’immagine sopra si può notare che possiamo far partire Nas4free anche dal CD Live, io lo sconsiglio, è preferibile installarlo, in quanto in futuro potrebbe servire riavviare il server o aggiungendo delle funzioni dovremo riconfigurarlo invece installandolo si salvano le configurazioni e anche in caso di blocco del server è tutto più semplice.
Quindi premiamo il tasto 9 e invio.
Avremo questa schermata :
Scegliamo l’opzione 3 e diamo ok. Questa scelta installera il programma su una partizione principale e poi creerà una partizione per i dati
Nella schermata successiva si leggono i prompt dei comandi e diamo OK
Ora ci chiederà di indicare la sorgente quindi indicheremo il nostro driver CD o DVD diamo OK
Dopo ci chiederà dove deve installarlo e dovrebbe essere il vostro primo HDD
Dopo dovremo indicare le dimensioni della partizione nella quale andremo ad installare il sistema operativo NAS4Free bastano 380 MB
Ora ci chiederà se creare una partizione SWAP, questo partizione serve per diciamo per aiutare il Boost Systems con poca memoria, io avendone un po’ di memoria non la creo.
Parte l’installazione, al termine avremo una notifica di avviso che fondamentalmente ci avvisa di non formattare la partizione.
Ok ora hai sul tuo PC Box installato NAS4Free per verificare se tutto è corretto togli il CD e riavvia.
Se tutto va bene al riavvio avremo la schermata di menu di scelta
CONFIGURAZIONE INDIRIZZO IP STATICO
Essendo un server, dovrete dargli un indirizzo IP statico, quindi premiamo il tasto 2
Ora ci chiederà se vogliamo usare un DHCP e nel nostro esempio essendo un NAS in rete domestica diremo NO
Nella schermata successiva dovremo assegnare un indirizzo IP statico, mi raccomando con l’indirizzo IP che sia idoneo per la vostra rete altrimenti non lo vedremo mai.
Nella schermata di subnet , atteniamoci a quella di default dell’esempio / 24
Ora ci richiede l’indirizzo gateway, potete lasciarlo vuoto tanto siete in rete locale oppure se volete segnate l’indirizzo IP del vostro router. Alcuni utenti hanno notato che senza inserire il gateway di default il NAS non veniva visto in rete quindi inseritelo tanto non vi cambia la vita al massimo la migliora
Ora richiede i DNS anche qui lascio vuoto perché il NAS è solo per la rete domestica.
Adesso richiede la configurazione IPV6 saltata a pie pari
Infine NAS4Free mi fa sapere che la scheda di rete è configurata e potrò gestire il server tramite il mio indirizzo IP statico che gli ho assegnato.
CONFIGURARE IL NAS SERVER
Ok ci siamo ancora abbiamo un po’ di mal di testa bene vuol dire che siamo concentrati
Ora configuriamo il NAS SERVER.
Apriamo il browser da un PC connesso nella nostra rete e inseriamo l’indirizzo IP del nostro NAS, avremo una schermata con la richiesta di login e password.

Inseriamo i seguenti dati :
LOGIN : admin
PASSWORD : nas4free
Bene adesso dobbiamo preparare il nostro disco quindi dal menu in alto clicchiamo DISK poi MANAGEMENT e avremo questo :
Nel campo segnato dalla freccia dovrebbe esserci il vostro disco come di default, se non ci fosse mettetelo lo trovate nel menu a tendina, i campi che non sono in neretto possiamo lasciarli stare
Premete ADD
Vi verrà una schermata di applica la modifica come questa
Per ogni modifica ci sarà sempre da confermarla.
Ok una volta che il disco è stato importato e messo online è ora di “montarlo” non fisicamente perché è già dentro alla nostra macchina, ma vuol dire attivarlo per usarlo.
Normalmente andrebbe formattato ma avendo installato sul disco il Nas4Free ci ha già pensato lui.
Se invece avete altri dischi vuoti e li inserite nel PC Box fatelo per farlo cliccate su DISK – > FORMAT e scegliete il disco da formattare prestando attenzione a quale scegliete, lasciate l’impostazione del file system come UFS (GPT e Soft Updates) e lasciare lo spazio libero minimo al valore di default.
Ok andiamo e montiamo il disco per farlo clicca Disks -> Mount Point clicca sul + sul lato destro e scegliamo il nostro disco.
Ok adesso dovremo creare un punto di montaggio, pensate a questo punto come il punto di partenza di tutto l’elenco delle cartelle che andremo a creare, gli utenti della rete non vedranno questo punto ma vedranno solo le cartelle create al suo interno.
Sotto vi metto un’immagine per copiare i parametri la cosa importante è che nel campo PARTITION NUMBER mettiate il numero 2.
NOTE : ci sono più possibilità da mettere che sono :
EFI GPT = E ‘il metodo NAS4Free predefinito durante l’inizializzazione di un disco. Questo metodo permette il supporto per volumi più grandi di 2 TB.
1 = Per partizione MBR n ° 1 o array RAID software (creato con NAS4Free rilasciare più recente della 0.68)
2 = Per MBR partizione n ° 2 (Se avete usato la stessa unità per NAS4Free e per i dati, non dimenticare di selezionare la partizione 2) il nostro caso.
3-4 = Per MBR la partizione n ° 3-4: Per essere usato solo per aggiungere disco esistente per NAS4Free
CD / DVD = Per i CD / DVD ROM (nessuna partizione)
Precedente software RAID = Utilizzato per montare array RAID software creato con NAS4Free rilascia più vecchio del 0.68
Per il Mount Point Name dategli quello che più vi garba.

AGGIUNTA DI UTENTI E GRUPPI

Una volta che il nostro disco ha un punto di volume montato, allora possiamo iniziare a creare i nostri utenti e gruppi. In sostanza, è necessario creare un account utente in NAS4Free per ogni utente della rete.

Nel mio esempio creo 2 utenti Alice e Bob, questo ci permette di concedere autorizzazioni diverse di accesso per le cartelle condivise. Tuttavia, non ha senso concedere accesso individuale agli utenti nella stessa cartella, che nel nostro caso è la cartella pubblica. Pertanto, creiamo un gruppo e daremo agli utenti una parte di quel gruppo.
Poi concederemo le autorizzazioni di accesso alle cartelle usando quei gruppi. Questo funziona in modo molto simile a Microsoft Windows.
Per prima cosa creiamo il nostro gruppo. Andate su Access -> Users e Groups
Andiamo alla scheda GROUPS, clicchiamo sul simbolo PIU’
Ora dovremo dare il nome al gruppo e una descrizione, diamo il nome a piacimento io darò PUBLIC, mi raccomando annotatevi ID del gruppo, perché ci servirà dopo.
Ok adesso passiamo alla schermata utenti e clicchiamo sempre sul simbolo PIU’
Esempio lo faccio con Alice, ma Bob è identico.
Ok immettiamo i dati, Name metteremo Alice e così via.
Nel campo Primary Group mettete NOGROUP e nel campo Additional Group mettiamo il gruppo creato prima nel mio caso PUBLIC
Attenzione prendete nota del ID UTENTE.
Ok creati i nostri utenti andiamo a creare le loro cartelle
Ok andiamo in ADVANCED -> FILE MANAGER
Se vi chiede login e password loggatevi
Avrete una lista di directory a noi interessa solo la mnt e al suo interno dovrebbe esserci il tuo punto di montaggio io lo avevo chiamato storage ok entriamoci.
Sul lato destro nel menu a discesa seleziona Directory invece di file.
Nel campo di testo accanto a questa casella, digitare il nome della directory che si vuole creare e fare clic su Crea. Nel mio scenario, creerò tre diverse cartelle all’interno del mio punto di montaggio storage.
La prima cartella è per Alice.
Il secondo è per Bob.
La terza cartella si chiama pubblica.
Non preoccuparti per le autorizzazioni, perché ci prenderemo cura di quello successivo.
ASSEGNAZIONE DI AUTORIZZAZIONI ALLE DIRECTORY
Con le directory create, ora abbiamo bisogno di assegnare i permessi effettivi su quelle cartelle. Per farlo, abbiamo bisogno di usare l’utility WinSCP. Ma prima di poterla utilizzare, per accedere al nostro box NAS, abbiamo bisogno di attivare questa funzione all’interno del NAS4Free OS.
NAS4Free ha molte caratteristiche, ma per impostazione predefinita e per motivi di sicurezza, la maggior parte di loro sono disattivati. Per utilizzare WinSCP, abbiamo bisogno di attivare il servizio SSH.
Quindi andiamo in Services -> SSH
Quindi, Fleggate ENABLE (lo trovate sul lato destro)
Anche attivare l’opzione “Specifica se è consentito il login come superutente (root) direttamente”.
Come da immagine qui sotto
Ora è possibile avviare il programma WinSCP. Sotto il nome host, digitare l’indirizzo IP del server NAS. Sotto il nome utente, usare root. La password deve essere nas4free a meno che non l’hai cambiata. Premere il pulsante Login.
Una volta effettuato l’accesso, Vai alla directory ‘mnt’, dove abbiamo creato le nostre tre cartelle nel passaggio precedente, la trovi sull’elenco di directory sul lato destro. Qui, abbiamo bisogno di impostare individualmente le autorizzazioni di accesso per ogni cartella.
Quindi iniziamo con ALICE.
Fare clic destro sulla cartella e selezionare Proprietà dal menu.
Nella casella Proprietario, dovrebbe essere elencato come ‘root
• ‘. Evidenzialo ed eliminalo.
E inseriamo al suo posto ID dell’ UTENTE ALICE così il proprietario sarà lei, ci sono molte possibilità da flaggare ma noi inseriremo nel campo OCTAL il numero 700 e diamo OK , con questo numero diciamo che solo lei ha autorizzazione totale nella cartella.
Faremo lo stesso per Bob con i suoi dati
Per la cartella PUBLIC le cose cambiano, perché dobbiamo dare i permessi alle persone del gruppo quindi come ID usiamo quella del GRUPPO PUBLIC e per le autorizzazioni usiamo il numero 775 da mettere in OCTAL
Ora possiamo uscire da Winscp.
CREARE CARTELLE CONDIVISE
Ora abbiamo bisogno di creare le cartelle condivise e le mappe per le nostre tre directory che sono state create Alice, Bob e Public.
Andiamo in SERVICES -> CIFS/SMB
Queste due tecnologie sono utilizzate in ambiente Windows per consentire ai computer di comunicare e condividere file tra loro.
Se si dispone di computer Apple sulla rete, dovrete attivare l’Apple Filing Protocol (AFP). Per attivare CIFS / SMB sulla NAS, è sufficiente selezionare nella casella di controllo (lato destro). Si può tranquillamente lasciare tutto il resto impostato sui valori predefiniti. Basta assicurarsi che il tipo di autenticazione è impostata su LOCAL USER e che il nome del gruppo di lavoro corrisponda a quello in uso sulla rete (che dovrebbe essere impostato per gruppo di lavoro se non lo hai cambiato).
Ok adesso passiamo nell’altra scheda SHARE per creare le cartelle per gli utenti.
Fare clic sul simbolo più per aggiungere una condivisione. Hai solo bisogno di fornire tre informazioni fondamentali. È possibile lasciare il resto delle opzioni impostate di default per ora.
PRIMO : diamo un nome alla directory è il nome che l’utente vedrà accedendo al NAS.
SECONDO : bisognerà inserire anche una descrizione è un campo obbligatorio.
TERZO : il più importante la mappatura della directory che saranno quelle create con Winscp
Per ALICE e uguale sarà per Bob ma sempre con la sua directory
PUBLIC
COLLEGHIAMO GLI UTENTI
E’ arrivato il momento di vedere se tutto il lavoro fatto fino ad ora è corretto, quindi andiamo sul PC di Alice e se tutto funziona come deve dovremo riuscire a fargli vedere la sua cartella sul NAS e non permettergli di lavorare su quella di Bob.
Quindi, se tutto va di conseguenza, Alice dovrebbe vedere la NAS4Free sever nell’elenco Rete (se non c’è, ricordatevi di attivare il / servizio SMB CIFS)
Ok cliccando sopra al server Nas apparirà la schermata di login e password che saranno quelle create ad-hoc per loro.
Una volta che le sue credenziali sono state convalidate, Alice dovrebbe ora essere in grado di esplorare le condivisioni di rete sul nostro NAS come si vede qui:
Notate qui di seguito come Alice in grado di creare file e cartelle in entrambe le cartelle privata e in Public :
Ecco cosa succede quando Alice tenta di accedere alla cartella privata di Bob. Come previsto, gli viene negato l’accesso perché è Bob il ‘proprietario’ della cartella
Ok funziona tutto bene ?
Ora resta che mappare sui PC le cartelle in modo di avere un accesso facilitato
Facciamo click con il tasto destro del mouse sulla cartella ad esempio di Alice e selezioniamo Mappa unità di rete
Nella finestra che ci viene visualizzata scegliamo una lettera da assegnare alla cartella, controlla che sia fleggato Riconnetti all’avvio, questo la rende permanente.
Se le credenziali d’accesso al pc sono le stesse di quelle impostate per accedere alla cartella del NAS non verranno più richieste, se sono diverse fleggare Collega usando credenziali diverse
Una volta fatto ora gli utenti potranno accedere alle loro cartelle
Perfetto abbiamo finito bene ora abbiamo il nostro NAS attivo buon lavoro.